Supporti per monitor LCD, quale scegliere?

I supporti per monitor LCD sono molto utilizzati. Se nelle case non sono ancora la scelta principale (complice ovviamente l’uso dei laptop) , negli uffici sempre più persone decidono di installare il monitor direttamente a parete.

Il motivo per farlo può essere estetico. A livello stilistico è chiaramente più piacevole vedere un monitor appeso a una parete come un quadro piuttosto che il monitor appoggiato su un ripiano. Da un senso di maggior ordine e pulizia.

Quasi ogni ufficio però prende questa decisione per motivi di efficienza. Tanti uffici sono piccoli e la scrivania non può essere quindi molto grande. Ecco che, per non togliere spazio prezioso, il monitor viene attaccato a parete e la scrivania resta libera. Tutto ciò che vi rimane è la tastiera ovviamente e altri potenziali strumenti di lavoro, blocchi per scrivere e penne.

Nell’articolo di oggi il nostro compito è quello di offrirvi quanti più consigli utili per scegliere il giusto supporto. Spesso viene già venduto con il monitor LCD ma difficilmente è di buona qualità. Si tratta quasi sempre di staffe fisse, realizzate con materiali non proprio eccellenti. Occorre quindi comprare un modello idoneo.

Quando si decide di appendere a parete un montior o una televisione non possiamo assolutamente andare a risparmio. Si perché il rischio è quello di comprare una staffa che non sorregge e perciò, veder cascare il monitor (con tutti i danni a cose e oggetti che seguono).

Ci sono alcuni semplici suggerimenti che dovete tenere in considerazione quando state per comprare la staffa dovete come prima cosa assicurarvi che supporti il peso del vostro monitor. Guardate peso e pollici, ma soprattutto lo standard VESA. In quel modo non vi sbagliate!

Occorre chiaramente anche un supporto per monitor LCD facile da configurare, almeno che non desideriate spendere soldi perché qualcuno lo faccia al posto vostro! Istruzioni chiare e precise sono sufficienti per installarlo nel modo giusto.

Fate attenzione a non cadere nella trappola del risparmio. Avete davanti una staffa fissa che costa più di una mobile? Non significa che la prima è troppo cara ma semplicemente che è di ottima qualità rispetto alla seconda che appartiene alla categoria low cost. Dovete prima di tutto decidere se volete una staffa fissa o mobile e dopo comprarla di buona qualità.

La staffa fissa come potete immaginare non vi permette di far nessuna manovra al monior. Una volta installato, resterà “per sempre” in quella posizione. La staffa mobile invece ha il vantaggio di potervi far spostare lo schermo come preferite. Inclinarlo o girarlo.

Noi vi consigliamo di scegliere una staffa con un giusto paragone tra qualità e prezzo. Come per esempio supporti della Ewent. Sono facili da regolare e installare, sono di ottima qualità e ben saldi. Da loro potete comprare anche il supporto che tiene più di un monitor, ideale se la postazione di lavoro richiede almeno due monitor diversi. Installate un supporto ma arregge due schermi!