Proprio come in “50 sfumature di grigio”: i sex toys dopo il romanzo evento

Il romanzo uscito qualche anno fa “50 sfumature di grigio”, seguito poi da altri due volumi che completano la trilogia, ha avuto un effetto sul mondo dell’eros soprattutto su quello dei sex toys, che sono stati un po’ sdoganati. Tra le molte vicende ad alta carica erotica, in una si fa uso delle palline vaginali, ma che cosa sono esattamente? Come sono fatte? Che effetto hanno? E quando usarle?

Che cosa sono

Le palline vaginali sono delle piccole palle, di materiali diversi, che si usano per aumentare l’eccitazione, fondamentalmente. Queste palline sono un gioco erotico che no è cambiato molto nel corso dei secoli, a differenza dei dildos, e si parla di palline di questo tipo già nell’antico Giappone. Le palline sono collegate tra di loro da un filo che deve essere piuttosto resistente e non in cotone per poterle poi estrarre. Va detto che il termine è un po’ generico in quanto si tratta di un sex toys che può essere messo in altri orifizi. Per esempio, nel libro, le palline vengono messe in bocca alla protagonista per lubrificarle.

Come si usano

Le palline vanno inserite una alla volta con delicatezza e il filo deve restare fuori per poterle poi togliere, un po’ come con un tampone. L’effetto è quello di una maggiore lubrificazione, anche grazie alla vibrazione che alcuni modelli hanno, e rafforzamento del pavimentò pelvico perciò sono ideali da usare prima di un rapporto, anche un’ora prima. Il consiglio è di preferire quelle in silicone piuttosto che in metallo perché sono meno pericolose e hanno anche il vantaggio di non provocare allergie o altri problemi simili. Attenzione al cordoncino che deve essere resistente.

Quando usarle

Le palline vaginali possono esser usate quando si preferisce ma è consigliabile restare in piedi e non sedute. C’è chi le usa in giro tranquillamente per aumentare l’eccitazione e la libido ma ci sono donne che le usano regolarmente per via degli ottimi benefici al pavimento pelvico.