I migliori bonsai da appartamento

Sono tante le persone che hanno scelto di dedicarsi all’affascinante arte dei bonsai. Anche perché si tratta di alberi in miniatura che vengono mantenuti tali grazie a potatura e riduzione delle radici, anche per diversi anni. Ne viene rispettato l’equilibrio vegetativo e funzionale ma viene indirizzato durante il processo di crescita ad assumere le dimensioni desiderate.

Questi alberi vengono paragonati alle piante coltivate in vaso, solo che occorrono molte più attenzioni. Si tratta di un’arte tutta giapponese che trae però origine dalla tradizione cinese del penzai. Nasce quindi in Cina ma viene poi modificata in Giappone, modificando i canoni dell’estetica dell’albero influenzandola con l’arte della forma.

I bonsai sono piante che possono essere tenute in casa. Vediamo adesso come accudire la nostra pianta nel migliore dei modi. Non vale per tutte. Alcune hanno bisogno di stare alla luce del sole e perciò, vanno bene solo se messe in giardino o in terrazza.

Bonsai da interno, quali sono?

  • Ficus: esistono varie specie, sono i tipici bonsai da interno. Tra questi c’è anche il bonsai ginseng. Ha la caratteristica di essere robusta e resistente, sopravvive anche quando la persona non ha il cosìdetto pollice verde o se le condizioni in cui viene coltivato non sono perfette.
  • Sageretia: si tratta di un albero bonsai molto apprezzato. E’ una pianta sempreverde tropicale, dalle origini cinesi. Le sue foglie sono molto piccole e per questo motivo tanto apprezzato. Durante la primavera appaiono piccoli fiori bianchi, i quali lasciano lo spazio a dei piccoli frutti neri durante la stagione estiva.
  • Ligustro: oltre 50 le sottospecie di Ligusto. Le sue foglie variano di colori e forme. E’ un albero molto forte e per questo motivo adatto anche per un principiante.
  • Fukien: questo albero è molto comune come bonsai da interno. Arriva dalla Cina, dalla provincia di Fuijan. Ha piccole foglie verdi scuro e molto lucide, coperte da una sottile peluria.

Molte persone non sanno che non tutti i bonsai sono da interno, ma solo quelli tropicali e sub tropicali. Quelli che vivono in un clima temperato hanno bisogno di sottostare al ciclo delle stagioni, tra cui quella invernale, il loro periodo di dormienza. E’ il periodo in cui si conclude il ciclo di crescita annuale per riposarsi e riprendere in primavera.

Quindi se la vostra intenzione è di tenere un bonsai in casa, sceglietene uno adatto a questa collocazione. A questo punto potete iniziare a prendervi cura del vostro nonsai. Prendersi cura di queste piante non è semplice. Sono alberi piantati in vaso, perciò le loro riserve nutritive sono scarse.

Per mantenere questi alberi avete bisogno di molta luce, altrimenti poi moriranno. Posizionatelo davanti a una finestra rivolta a sud. Ha bisogno di alta lumidità, ma anche di regolare irrigazione e ovviamente concimazione. Di solito le etichette riportano un’informazione specifica ma, in realtà i bonsai va irrigato solo quando c’è bisogno, quando si sente asciutto.