Dentisti a Cento

Per chi avesse intenzione di rivolgersi ad uno specialista per un problema di disallineamento, malocclusione o irregolarità delle arcate dentali, e per procedere con l’eventuale applicazione di un apparecchio ortodontico specifico, lo studio di dentisti a Cento del Dr. Matteo Frozzi propone una gamma di soluzioni, tra le quali individuare la più idonea in base alle caratteristiche fisiche e all’età del paziente, all’entità e alla tipologia del problema da risolvere. La funzione di un apparecchio ortodontico esterno è quella di riallineare la posizione dei denti, favorendo la funzionalità corretta delle arcate, la masticazione, la respirazione, e risolvendo alcuni problemi di postura legati proprio all’irregolarità dei denti. Oltre, naturalmente, a donare al viso un sorriso naturale e gradevole.

L’apparecchio esterno non viene applicato solo ai bambini, ma si adatta ai pazienti di tutte le età, con la possibilità di scegliere tra materiali e modelli diversi e di adottare un dispositivo fisso o mobile. Oltre al tradizionale apparecchio esterno, per chi ha esigenze estetiche particolari, è possibile ricorrere a dispositivi applicati sul lato interno dei denti, totalmente invisibili dall’esterno, che possono correggere con ottimi risultati i disallineamenti e le irregolarità della dentatura. Un’alternativa di ultima generazione è inoltre l’allineatore trasparente, totalmente privo di elementi metallici e realizzato su misura, indicato soprattutto ai pazienti di età adulta: si tratta di un dispositivo leggero e rimovibile autonomamente, che viene sostituito periodicamente per adattarsi ai progressivi cambiamenti di allineamento della dentatura.

I dentisti Cento che operano presso lo studio del Dr. Frozzi si avvalgono del supporto di assistenti qualificati e igienisti dentali esperti, in grado di effettuare una pulizia accurata e completa della dentatura, ideale per prevenire le patologie del cavo orale, la formazione di placca e di carie e le infiammazioni acute, come la gengivite e le parodontiti. Nel caso di abbassamento della gengiva, viene eventualmente effettuato un intervento di microchirurgia, che prevede l’innesto di una piccola porzione di tessuto, al fine di ricostruire la gengiva compromessa. Il trattamento di curettaggio, non chirurgico, permette inoltre di rimuovere perfettamente i residui di placca che si accumulano nel solco gengivale, impedendo lo sviluppo di batteri e il successivo scollamento del dente dalla propria sede.